Allarme Perimetrale Casa Come Funziona

Per proteggere le parti esterne di una casa, di una villetta, di un magazzino, di un garage con auto o di altre nostre proprietà abbiamo bisogno di un antifurto perimetrale. Si tratta di un allarme fatto ah hoc per funzionare all' aperto , in un luogo dove ci sono parecchi disturbi. Pensiamo soltanto agli agenti atmosferici che possono metterlo in difficoltà come pioggia, neve, nebbia, vento.

Oppure ai tentativi di sabotaggio, strappo, oscuramento messi in atto da ladri e malintenzionati. Un sistema antintrusione del genere quindi deve garantire che nessuno oltrepassi una determinata zona, che non si presenti un intruso nel giardino, nel cortile, nel balcone di casa.

E' diverso da un antifurto per la casa che lavora internamente. I componenti stessi sono differenti. Lo scopo di un allarme perimetrale è quello di "prevenire", ovvero di allontanare i ladri appena si avvicinano. Un sensore interno invece rappresenta un po' un'ultima spiaggia. Sono diversi modi di interpretare un impianto di sicurezza che devono comunque lavorare insieme.

allarme perimetrale

allarme perimetrale esterno

Quali componenti si usano e come funziona

in un antifurto del genere si utilizzano principalmente sensori di rilevamento da esterno e barriere perimetrali a raggi infrarossi. Dei sensori ne abbiamo ampiamente parlato, torniamo velocemente sull' argomento.

I sensori antintrusione si occupano di rilevare il movimento di una persona in una determinata area. La tecnologia utilizzata è quella infrared (PIR) oppure a microonde. Nel primo caso il sensore "legge" la variazione di temperatura all' interno di una zona, nel secondo caso si utilizzano le onde radiomagnetiche; saturano una zona nello stato di quiete e calcolano la differenza quando si presenta una persona. L'abbiamo spiegato a grandi lineee. L'importante è capire che queste tecnologie funzionano e possono lavorare insieme. Un rilevatore da esterno che usa sia infrarossi che microonde si chiama a doppia o tripla tecnologia.

Le barriere perimetrali a raggi infrarossi sono l'alleato principale di un allarme per esterni. In questo caso vengono usati due sensori: un emettitore ed un ricevitore. Si montano uno di fronte all' altro, anche a distanza di decine di metri. Quando si accendono si crea un "filo" a raggi infrarossi che se valicato invia un segnale di allarme alla centrale. Ovviamente questo filo è invisibile. Quindi le barriere possono essere usate lungo i muri delle villette, nei valichi di accesso, lungo le recinzioni, nei balconi, sotto le finestre. Sono tarati per on dover generare falsi allarmi quando passa un cane o un gatto o comunque qualsiasi tipo di animale che non supera i 25 Kg.

antifurto esterno giardino


Le ragioni per proteggere il Perimetro di una casa o Villetta

Ci sono diverse ragioni per montale un antifurto perimetrale:

  • La maggior parte dei ladri attacca abitazioni che hanno facili varchi di accesso come balconi, specialmente quelli ai piani bassi o degli attici confinanti con lavatoi, o giardini. Un po' perchè si entra in maniera semplice e un po' perchè è facile trasportare le cose rubate.
  • In estate spesso teniamo le finestre aperte, proteggere il muro di cinta, significa tenere lontano gli intrusori che si troverebbero in un attimo dentro casa senza che ce ne accorgiamo.
  • Non facendo avvicinare malintenzionati abbiamo anche meno danni alla porta di casa o alle finestre che vengono colpite dallo scassinamento.

Per proteggere le finestre

Per le singole finestre possono essere usati anche i sensori a tendina oppure i contatti magnetici. Questi ultimi sono due piccoli contatti che si montano sulle ante. Quando sono "allontanati" perchè qualcuno non autorizzato ha aperto la finestra, inviano un segnale di allarme.

Sensori interrati

Ci sono poi i sensori interrati che inviano un segnale quando qualcuno calpesta il terreno. Poco utilizzati ancora nell'ambito di case e villette, ma in futuro, con il miglioramento della tecnologia e l'abbassamento dei prezzi possono essere presi in considerazione.

Installazione

possiamo fare da soli, tramite l'acquisti di un kit che comprende anche la centralina, oppure rivolgerci a ditte installatrici di impianti di sicurezza. In entrambi i casi fa un'enorme differenza se decidiamo di montare un antifurto perimetrale esterno senza o con fili. Nel primo caso è tutto molto piú semplice. Non dobbiamo fare cablaggi, stendere canaline, far passare i fili dentro i muti. Un lavoro molto difficile, soprattutto perchè lavoriamo esternamente ed i fili non possono essere lasciati volanti senza una protezione.

Se invece si tratta di impianto wireless, la configurazione è facile. Questi sistemi lavorano su una doppia frequenza che garantisce il funzionamento anche se un canale avesse dei problemi: 433 e 866 Mhz.

Prezzi

un buon sensore da esterno costa non meno di 100 euro. E' diverso anche fisicamente da uno interno. Piú grande, con una scocca piú resistente ed un IP, grado di protezione. Le barriere perimetrali costano anche 200-300 euro, dipende dalla lunghezza che devono controllare. Ci sono anche barriere infrarossi da 100 metri. A questi costi bisogna aggiungere quelli per la centralina e per la sirena. Un allarme perimetrale completo non costa meno di 1000-1500 euro per una villetta.

 

2 Comments

  1. Mimmo Catania 4 marzo 2017
    • Marco Zattolin 4 marzo 2017

Leave a Reply