Prima di procedere nell' acquisto di un impianto di allarme è chiaro che i consumatori abbiano voglia di sapere quanto costa, avere in  mano un preventivo di spesa. Bisogna quindi capire se vale la pena spendere una cifra che può essere considerevole per proteggere la propria casa oppure procedere con altri sistemi, ad esempio porte blindate ed inferriate.

Oggi parleremo in maniera approfondita proprio di questo, dei prezzi degli allarmi per abitazioni, negozi ed uffici, escludiamo al momento quelli delle automobili, ad esempio i kit satellitari.

antifurto casa prezzi

Per comprendere quanto andremo a spendere bisogna calcolare dei componenti di cui abbiamo bisogno. Intanto apriamo una parentesi iniziando a fare una differenziazione:

  • installazione fai da te, con i kit antifurto;
  • installazione con professionisti del settore sicurezza

Nel primo caso ovviamente risparmiamo. Un kit antifurto, di buona qualità, ha un prezzo compreso tra 500 e 1000 euro. Con questa cifra includiamo una centralina, 3 o 4 sensori interni, una sirena esterna e 5 o 6 contatti magnetici da applicare alle finestre.

Se lo stesso materiale ci viene installato da professionisti ci può costare anche il triplo o quadruplo. E' tutta mano d'opera. Effettivamente gli installatori si fanno pagare e a loro scusa non possono nemmeno parlare di qualità del prodotto, vi spieghiamo meglio.

La qualità degli antifurti installati

ci sono marche, una su tutte Tecnoalarm, molto famosa ed affidabile, che non vendono direttamente ai consumatori, ma solo ai professionisti. Ovviamente non sappiamo quale è il costo del singolo componente, ma possiamo immaginare che ci sia un bel margine di ricarico.

Altre marche invece fanno prodotti per professionisti e quelli per gli utenti finale. Hanno forma esterna diversa, ma internamente sono in pratica uguali. Quando un installatore vi dice che quella centralina l'ha pagata 1000 euro, state sicuri che gli sarà costata al massimo 250. E' il prezzo con cui la comprate voi, ma sarà diversa da quella proposta dall'installatore. Avete capito come funziona? E' la stessa storia del vino che trovate solo al ristorante e mai al supermercato e viceversa, anche se sono identici.


Il prezzo dei singoli componenti

Cerchiamo di capire quanto costa ogni singolo componente del sistema di antifurto (non parliamo di sistemi complessi come quelli di banche ed aeroporti).

Centralina: dai 200 alle 500 euro. Piú "ZONE" può gestire e maggiore sarà il suo costo. Una zona è una parte della casa controllata da uno o piú sensori. La presenza del "combinatore GSM", ovvero quella scheda che si connette alla linea telefonica e mobile per inviare messaggi allo scattare dell' allarme fa alzare il prezzo. Ci sono poi centraline che si connettono ad Internet e possono essere gestite da remoto con app da cellulare.

costo_antifurto

Rilevatori di movimento: un sensore PIR da interno costa molto poco, da 20 a 40 euro. Uno da esterno buono da 100 a 150 euro. E' chiaro che quello esterno dovrà essere protetto contro agenti atmosferici ed avere sistemi antisabotaggio ed anti strappo. In piú anche la circuiteria elettronica è piú sofisticata. All' aperto si ha a che fare anche con il sole e con i fari delle auto che abbagliano, tutte cose che potrebbero dar fastidio e generare falsi allarmi.

Contatti magnetici: costano veramente poco, nell' ordine di 10 euro.

Telecamere di Sorveglianza: se sono presenti all' interno dell' impianto di antifurto fanno alzare di molto il preventivo. Una telecamera in full hd di buona qualità può costare anche 800 euro, una medio bassa circa 150.

La manodopera

è qui che si gioca la partita sul prezzo finale. Il grosso del lavoro è rappresentato dalla connessione filare, ovvero nel creare le canaline e far passare i fili dei vari componenti con la centralina. Anche la taratura e la verifica finale fa perdere parecchio tempo agli installatori. In pratica pagate la loro professionalità e la garanzia biennale sul funzionamento dell' intero impianto

Se si tratta di antifurto senza fili, wireless, risparmiamo ovviamente soldi, non c'è da mettere in conto la spesa per i fili e le canaline, ma la maggiorparte dei professionisti preferisce, giustamente, usare un sistema filare.